Archivio

Anno VI, Numero 1 - 2019Scarica il numero 1 in formato PDf

Editoriale

E. Grosso

Prendere sul serio le indicazioni del difensore civico regionale. Un invito per istituzioni e studiosi in occasione del dibattito sul regionalismo differenziato

Saggi

S. Piperno

Prospettive del regionalismo asimmetrico in Italia: profili economici e di finanza pubblica

Approfondimenti

A. Stevanato

Qualche considerazione sul contenuto materiale del limite della forma repubblicana alla luce di due recenti proposte di legge costituzionale di modifica dell’art. 117 Cost.

L'attuazione in concreto dell'art. 116, terzo comma, della Costituzione: a partire dalle istanze della Regione Piemonte

Presentazione

T. Cerruti

Le richieste di differenziazione della Regione Piemonte in materia di lavoro e istruzione

F. Pallante

Le richieste di differenziazione della Regione Piemonte in materia di tutela della salute

R. Ferrara

La differenziazione possibile nella materia ambiente

M. Vellano

Le implicazioni dell’eventuale attuazione dell’art. 116, terzo comma, della Costituzione per quanto riguarda i rapporti internazionali e con l’Unione europea della Regione Piemonte

Commenti su casi e note di giurisprudenza

A. Candido

Quando il diritto diventa finanziariamente incondizionato. Il progetto di vita individuale per lo studente con disabilità grave

R. Cicatelli

Il diritto di accesso del consigliere comunale agli atti della magistratura della Corte dei Conti. Nota alla sentenza del Consiglio di stato, sez. V, 2 gennaio 2019, n. 12

G. Delledonne

La querelle sull’esposizione della bandiera francese: per un uso prudente dei simboli del potere

S. Gimigliano

Le recenti statuizioni della Corte costituzionale sulla caccia. A margine delle sentenze Corte cost. nn. 7/2019, 10/2019 e 16/2019

A. Magrassi

Il TAR Piemonte si pronuncia in favore dei limiti orari imposti alle sale-gioco (nota alla sentenza 3 gennaio 2019, n.17)

M. Timo

L’onere d’immediata impugnazione della clausola sociale escludente

Recensioni

C. Faval

La differenziazione ‘della’ e ‘nella’ specialità. Spunti dal volume Le variabili della specialità. Evidenze e risconti tra soluzioni istituzionali e politiche settoriali (a cura di F. Palermo, S. Parolari, 2018)

 

Norme redazionali

1. Modalità di consegna e indicazioni generali

I contributi sottoposti alla Rivista per la pubblicazione devono essere inviati per posta elettronica al seguente indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. in formato realizzato con un programma di videoscrittura (es. .doc; .docx; .odf; .rtf).

La rivista prende in considerazione articoli inediti e non inviati ad altre riviste per la pubblicazione e li sottopone ad un processo di referaggio. 

La collaborazione alla rivista è gratuita.

2. Criteri di referaggio

La procedura deve essere definita da parte del Comitato scientifico.
L’eventuale accettazione verrà comunicata entro tre mesi. I contributi non verranno in nessun caso restituiti.
Una volta accettato, il lavoro è coperto dal copyright della Rivista e non può essere riprodotto senza autorizzazione.

3. Norme editoriali per la stesura del testo

Caratteristiche e ampiezza dei contributi

La rivista pubblica contributi redatti in lingua italiana o inglese.
Ogni articolo è corredato dal nome e dalla qualifica professionale dell'Autore, da un breve titolo nonché, preferibilmente, da un riassunto (abstract anche in inglese).
La lunghezza del contributo può arrivare indicativamente fino ad un massimo di 30.000 battute spazi inclusi; la lunghezza dell'abstract può arrivare fino ad un massimo di 1.800 battute.

Impostazioni

I contributi devono essere formattati nel modo più semplice possibile, al fine di agevolarne la pubblicazione sul web, la quale comporta necessariamente la conversione in linguaggio HTML. A tal fine i contributi devono avere le seguenti impostazioni:

  • titolo - Grassetto, dimensione 14;
  • indicazione autore - Normale, dimensione 12;
  • abstract - Normale, dimensione 10;
  • testo - Normale; dimensione 12; interlinea 1,5; non utilizzare la sottolineatura di parti di testo per enfatizzarne il significato.
  • titoli di paragrafo - Grassetto, dimensione 12;
  • liste puntate e numerate - formattare liste puntate e liste numerate utilizzando gli appositi comandi messi a disposizione dai programmi;
  • note - Normale; dimensione 10; interlinea singola;

Tabelle e figure, formule ed equazioni

Le figure e le tabelle devono essere inserite nel testo o allegate nella loro forma definitiva con le didascalie e la precisa indicazione della loro collocazione nel testo. Gli Autori devono contattare la Redazione per concordare i formati di tabelle, grafici e figure da inserire nel loro contributo. Anche per l'inserimento di formule ed equazioni nei contributi occorre contattare la Redazione.

Riferimenti bibliografici

Cognome dell'autore e anno di pubblicazione, ad esempio Einaudi (1948) oppure (Einaudi,1948). Per esteso all'interno di note a piè di pagina.
La forma estesa dei riferimenti bibliografici deve essere compilata secondo i criteri desumibili dai seguenti esempi:

Einaudi L. (1948), Principi di scienza delle finanze, Torino, Einaudi.
D'Atena A. (2008), Il riparto delle competenze legislative: una complessità da governare, in D'Atena A. (a cura di), I cantieri del federalismo in Europa, Milano, Giuffré.
Giugni G. (1994), Soddisfazione del diritto costituzionale e intervento legislativo, in Rivista giuridica del lavoro e della previdenza sociale, vol. 45, pp. 345-347.
Padoa-Schioppa A. (2012), Il trattato ESM: osservazioni critiche, Centro Studi sul Federalismo Discussion Paper n. 2012/06.
Krugman P. (2010), Debt, deleveraging, and the liquidity trap, in www.voxeu.org, consultato il 10 settembre 2013

Citazioni della giurisprudenza

Vanno citati gli estremi della sentenza, all'interno di note a piè di pagina, in modo da garantirne l'individuazione: Es.: Cass., sez. I, 8 agosto 2013, n. 18980.
Ove si voglia indicare la rivista su cui è stata pubblicata o commentata, far seguire gli estremi della rivista (in corsivo e preceduta da virgola e da "in" e seguita dal numero di pagina o di colonna): Es.: Cass., Sez. Un., 16 ottobre 2012, n. 10748, in Foro it., parte I, 1327.
Se si tratta di sentenza annotata, oltre a quanto sopra descritto, occorre aggiungere "con nota di" e poi far seguire il nome dell'autore (in maiuscoletto) e il titolo (in corsivo).

4. Copyright

Dichiarazione per copyright

L'autore, titolare esclusivo (titolare insieme al coautore... a nome di tutti gli autori) dei diritti sull'articolo dal titolo ..... , che garantisce inedito, liberamente disponibile e lecito, manlevando l'editore da ogni eventuale danno o spesa, riconosce all'editore i diritti alla pubblicazione nella rivista .... autorizza l'editore a farne uso in siti, newsletter, raccolte e ogni altro strumento istituzionale di divulgazione online e cartaceo per renderlo disponibile al più ampio pubblico. L'autore si impegna a non effettuare o consentire la pubblicazione e/o la traduzione in altro contesto prima che siano trascorsi 18 mesi dalla pubblicazione in questa rivista. Fanno eccezione soltanto il sito web personale o quello istituzionale dell'ente di appartenenza dell'autore, purché la rivista sia espressamente linkata o almeno indicata come fonte.